Blu e il mondo capovolto!/3

<< Signora, ecco, io l’ho vista piangere e siccome oggi sono la regina vorrei fare qualcosa per lei e la sua famiglia.>>

<< Non so come potresti aiutarci; il fatto è che stamattina i soldati sono venuti a prelevare le nostre poche monete per riempire il sacco da donare a dame e cavalieri come fanno tutti i giorni. A noi ci tassano di tre monete al giorno – continuò soffiandosi il naso e asciugandosi le lacrime – e mio marito ne guadagna solo cinque; due monete non ci bastano per vivere, con due bambini per giunta. >>

<< Dov’è suo marito? Mi piacerebbe parlare con lui. >>

<< E’ andato a chiedere un prestito al contabile del regno ma dubito che glielo concederà. Fa prestiti solo ai ricchi. >>

<< Io voglio aiutarvi e manca poco alla fine del mio mandato: mi servono due persone come voi più un’altra e insieme capovolgeremo la situazione per sempre, vedrete. >>

<< Cosa possiamo fare noi? >>

<< Vada a chiamare suo marito e sicuramente una soluzione la troveremo, faccia presto, corra! >>

Intanto i due bambini si erano svegliati e mi ritrovai a fare la babysitter mentre la loro mamma infilava un cappottino e metteva il cappellino prima di uscire da casa come un fulmine!

Veloce ad uscire, altrettanto veloce fu a rientrare con il marito e un signore con una lunga barba tutta bianca; sembrava un mago, bambini. Ed io li guardai, sbigottita, perché, come aveva predetto Pazzoniglio, proprio con loro avremmo riportato la pace in quel mondo capovolto.

(Fine della terza puntata)