Tigre

Cieca davanti allo specchio non vedo il mio vero io, inerme mi lascio guidare da un fascio di luce malvagio che taglia il mio cuore in mille cristalli di morte. Ma la porta della giustizia è vicina, la tocco con le mie mani, la apro con la mia mente, la oltrepasso con la mia Fede. Da offuscata divento benedetta, da condannata salvata. La tigre che è in me si è risvegliata, ruggisce e mi viene incontro… io e lei una cosa sola in eterno.

Pubblicato da Poesia 2021

Sono un'insegnante di scuola primaria e scrivo poesie brevi e racconti per bambini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: